Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo
Iscriviti e potrai ricevere informazioni riguardanti Mostre ed Eventi e sulle Opere pubblicate.

Per sto tasco fo catà na puta perdua

Autore
  • Anno: 2003
  • Tecnica: Acquaforte
  • Dimensioni: mm 280 x 360
  • Note: Da "La Piovana" del Ruzante

Nasce a Roncade (TV) nel 1945, si trasferisce con la famiglia a Padova nel 1952. Inizia ad esporre nel 1972 con opere di pittura che registrano una condizione umana fatta di solitudine ed emarginazione. Nel 1975 per la preponderanza del disegno che emerge dalle sue opere, le viene consigliato di sperimentare la tecnica dell’incisione. Esegue la sua prima acquaforte nel ’76 in occasione della personale alla Galleria “Il Riccio” di Venezia, tecnica a cui si dedicherà con assiduità alternandola alla pittura a partire soprattutto dagli anni ’80. Nel frattempo le tematiche delle sue opere sono diventate più simboliche mentre la carta, ritagliata a formare sagome di svariate sembianze, teatrini, cieli, cartocci-pupazzi che si combinano a elementi quali i bottoni, i fili volanti, le cuciture, sotto un’apparenza ludica, diventa metafora ed emblema di una condizione esistenziale fragile, illusoria e fittizia. All’intensa e costante attività espositiva in Italia e all’estero (biennali e triennali internazionali di grafica a Lubiana, Zagabria, Tuzla, Varna, Praga, Łódź, Ankara, esposizioni a Tokyo, Uzice e Barcellona), si affianca la partecipazione ad associazioni artistiche quali; il Gruppo Artisti della Saccisica, gli Incisori Veneti, il centro culturale la Medusa di Este, i 10 incisori padovani e, attualmente, gli Incisori Contemporanei.
Ha illustrato di Biagio Marin, “La granda aventura” (1984), il “Quaderno di poesia” artisti della Saccisica (1994), “A volo di uccello” di Fernando Pilli (1995),”Padovane Lune” di Giorgio Segato(2000) e realizzato copertine per i “Racconti” di Giovanni Soranzo, “Dimensioni” di Tony Nicotra, “La Divina Commedia” di Dante, per le poesie di Leopardi e Petrarca.
Nel 1996 è uscita una piccola monografia nella collana d’Arte veneta “La matita” della Panda edizioni, nel 2006, in occasione della personale alla galleria d’arte moderna “San Giorgio” di Mestre, “a punto metallico” della fotolitoexpress, curate da Giorgio Segato e nel 2013, “Albino Palma/Marina Ziggiotti” a cura di Stefano Annibaletto e il Comune di Padova in occasione della “quasi” antologica al Centro Culturale Altinate, S. Gaetano di Padova.
Le sue opere sono pubblicate e recensite in cataloghi e riviste nazionali e internazionali e fanno parte di collezioni pubbliche e private. Tra i riconoscimenti e premi si ricorda la Rassegna internazionale di grafica, piccolo formato di Cadaqués (Barcellona) dove si colloca tra i primi dieci finalisti e la medaglia d’onore nella Triennale di Łódź (Polonia). Vive e lavora a Tencarola di Selvazzano Dentro (PD).

Studio d'Arte GS - Lendinara – Tel. 3480320637

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Privacy & Cookies